• Anch’io sostengo il referendum contro la legge “porcata” elettorale

    6 Settembre 2011 // 2 Commenti »

    di Paolo Michelotto

    referendum_elettorale-610x350

    anch’io andrò a firmare nei prossimi giorni per sostenere il referendum abrogativo contro la legge “porcata” di Calderoli e Berlusconi. Questa legge è antidemocratica, da tutto il potere ai segretari di partito di nominare i candidati, i quali una volta eletti non rispondono più ai cittadini ma solo appunto a chi ha il potere di nominarli nuovamente, ossia ai loro segretari di partito. E così vengono nominati amici, parenti, coniugi, amanti, servitori, ricattatori, mafiosi, delinquenti e prostitute. L’unico criterio di scelta è la fedeltà al segretario di partito che li ha nominati e non la loro capacità o rappresentatività. All’interno del sistema democratico rappresentativo, questo è una aberrazione particolarmente grave. Io credo nella democrazia diretta, che può funzionare solo insieme a una buona democrazia rappresentativa (che sia elettiva o estratta a sorte, è un’altra questione). Questo referendum, azzerando la legge attuale, ripristina la legge anteriore, che è comunque un piccolo passo avanti rispetto alla situazione attuale.

    Inoltre sostengo questo referendum, perchè è uno strumento di democrazia diretta, che può aiutare i cittadini a riprendersi la sovranità che a loro appartiene. Ci viene permesso di scegliere se tenere la legge “porcata” o se vogliamo abrogarla. Cioè la scelta (almeno tra due alternative diverse) spetta a noi. Questo nell’attesa di avere lo strumento del referendum propositivo che ci permetta di proporre delle leggi ex-novo e non solo di abrogarle come oggi.

    Ecco il link con ulteriori e più approfondite notizie.

    http://comitato.referendumelettorale.org/

    La cosa interessante è che sono elencati i banchetti più vicini alla propria città e se non ci sono banchetti, si può andare nell’ufficio elettorale del proprio comune.

    Postato in democrazia diretta, democrazia rappresentativa