• Formigine – Presentata Proposta Popolare per chiedere Referendum Propositivi e Abrogativi, … ovviamente senza Quorum!

    30 Maggio 2013 // 3 Commenti »

    di Paolo Michelotto

    riporto questa bella notizia, che Rocco Cipriano di Formigine (MO) mi ha inviato.

    formigine

    formigine

    Ciao Paolo,

    da quanto tempo non ci sentiamo!

    Sono Rocco Cipriano, Attivista del MoVimento 5 Stelle di Formigine (MO).

    Ti scrivo per aggiornarti sulla situazione No Quorum nel nostro Comune.

    Avendo riscontrato che anche Formigine purtroppo è dotato solo di un Referendum di tipo Consultivo, ci siamo attivati, e dopo aver raccolto le firme necessarie, abbiamo presentato una nostra proposta (che allego, nel caso servisse ad altri Cittadini) di Regolamento per l’attuazione ed il funzionamento dei Referendum Comunali a Formigine.

    In dettaglio i formiginesi chiedono che il nostro Comune si doti dell’Istituto del Referendum Propositivo, Abrogativo e che venga abolito il Quorum di partecipazione.

    Siamo stati contattati dall’Assessore con Delega ai temi legati alla Partecipazione e dovremmo incontrarci il 7 Giugno noi Attivisti, il Cittadino Deputato Michele Dell’Orco (M5S), il Sindaco, il Presidente del Consiglio, ed il Presidente della Commissione Affari Istituzionali.

    Spero che in un momento in cui i Cittadini stanno chiedendo a gran voce di poter Partecipare, ci sia una forte volontà politica delle Istituzioni affinché si passi dai facili slogan alla realizzazione di questi buoni propositi.

    Ti ringrazio per averci seguito nei primi passi di questa battaglia di civiltà.

    Ti terremo informato sugli sviluppi.

    Un grande abbraccio.

    Rocco e i ragazzi del MoVimento 5 Stelle Formigine

    Qui c’è la bozza del testo del Regolamento che prevede questi strumenti in formato pdf:

    FORMIGINE – Bozza_Regolamento_Referendum Versione 2.0 20072011

    Postato in democrazia diretta, esempi virtuosi

    A Formigine (MO) incontro con il difensore civico per chiedere il regolamento per i referendum

    19 Luglio 2011 // Nessun commento »

    di Paolo Michelotto

    giuseppe ferorelli difensore civico modena

    ho ricevuto un aggiornamento dagli amici di Formigine (MO). Hanno incontrato il difensore civico Giuseppe Ferorelli (nella foto). Ecco l’email di Rocco:

    Ciao Paolo,
    oggi come detto siamo andati dal Difensore Civico.
    L’incontro è stato diciamo più che altro un pro forma per ufficializzare e comunicare al Sindaco di Formigine che siamo decisi a raggiungere il nostro obiettivo.

    Nel pomeriggio il Difensore ci ha detto che avrebbe mandato una lettere di sollecito affinchè il Consiglio Comunale si attivi e metta in agenda il punto del “Regolamento per il Referendum”.

    Il punto è… ok lo metteranno senz’altro in agenda… ma come convincerli o attivarsi affinchè il “Regolamento” che definiranno NON sia come sempre volto ad auto tutelare il potere di chi governa i Comuni escludendo i Cittadini?.

    Grazie per il prezioso supporto.

    Allego bozza definitiva che proporremo a Formigine (e con le opportune modifiche nei comuni limitrofi).

    Se reputi che possa servire da esempio fanne pure l’uso che meglio credi.

    Rocco ed i ragazzi di Formigine

    Ecco il regolamento per i referendum proposto a Formigine:

    FORMIGINE – Bozza_Regolamento_Referendum Versione 2.0 20072011

    Questa la mia email di risposta:

    Il modo è il solito, trasformando questa vostra esigenza di 15 persone in esigenza di 5000 persone.

    Un percorso possibile è quello che avete già pensato di realizzare, ossia una iniziativa popolare, che chieda i referendum propositivi e abrogativi senza quorum e raccogliere molte firme, anche più del necessario.

    Contemporaneamente alla stessa iniziativa per togliere il quorum e migliorare gli strumenti di democrazia diretta, che porteremo avanti a livello nazionale.

    Postato in democrazia diretta, esempi virtuosi, quorum, referendum

    A Formigine (MO) e altri comuni modenesi si cominciano a muovere per togliere il quorum

    12 Luglio 2011 // Nessun commento »

    di Paolo Michelotto

    gli amici di M5S di Formigine e di Castelvetro e di Fiorano si stanno attivando per capire come poter togliere il quorum dai referendum comunali delle loro città. Il martedì 19 luglio hanno appuntamento con il Difensore Civico provinciale per capire come stanno esattamente le cose e come poter attivarsi.

    castelvetro

    Ecco l’email inviata da Michele di Formigine (MO), che pubblico anche qui, perchè è un esempio che qualcosa si sta muovendo e che qualcosa si può fare.

    hola!

    allora mercoledi 20 ci incontriamo a Magreta per fare il punto della situazione:

    oltre a Formigine sembra che anche Castelvetro sia nella stessa situazione. mail da castelvetro:
    anche a castelvetro c’e’ un buco in quanto nello statuto si rimanda ad un fantomatico regolamento di attuazione che pero’ non trovo da nessuna parte . in settimana telefono all’urp e vedo se hanno dimenticato di caricarlo sul sito oppure si tratta di un regolamento fantasma. monica

    Inoltre mi è arrivata questa mail da Fiorano:

      a fiorano il referendum previsto è quello consultivo.
      per le proposte popolari di delibera consigliare, secondo lo statuto, devon essere “presentate da almeno 75 elettori”
      e invece secondo l’apposito regolamento sulla partecipazione, “da almeno 50 residenti, cittadini e non”
      !! incredibile discordanza.

    insomma un GRAN casino.!!
    inoltre martedi 19 abbiamo preso appuntamento come avevi suggerito con il difensore civico provinciale.

    Ci riaggiorniamo il 20….
    ciaoo
    michele

    Postato in democrazia diretta, esempi virtuosi, quorum, referendum