• Referendum Minareti in Svizzera: l’opinione di Thomas Benedikter

    9 Dicembre 2009 // Nessun commento »

    minaretipubblico qui volentieri una lettera di Thomas Benedikter sui recenti referendum in Svizzera, tra cui quello sui minareti.

    Non spaccare lo specchio se l’immagine non ci gradisce

    Premetto subito che mi dispiace assai il SI degli svizzeri al divieto di costruire nuovi minareti. È un colpo duro alla convivenza delle comunità religiose in Svizzera ed un messaggio ostile al mondo islamico. Ne saranno più delusi ancora milioni di cristiani, che vivono nei paesi islamici, dotati di migliaia di chiese con campanili. Anche per motivi più generali le chiese svizzere si erano tutte espresse contro questo divieto. Va comunque aggiunto che in Svizzera ci sono già centinaia di moschee e nulla vieta la costruzione di altre senza campanile. Referendum di stampo xenofobo del resto in Svizzera non sono una novità: è dal 1964 che regolarmente vengono promosse iniziative popolari sulla politica dell’immigrazione, sui rifugiati, sull’asilo politico e l’acquisizione della cittadinanza. Fino a ieri l’elettorato elvetico ha sempre dimostrato di voler essere una società accogliente. Ma esiste anche quella parte della Svizzera che la pensa come milioni di italiani, opposta alla presenza visibile di altre religioni, specie nel caso dell’Islam, che fatica ad accettare i nuovi concittadini con i loro diritti e bisogni. Nonostante tutto, l’accoglienza e l’integrazione è un processo lento, figurarsi quanto durerà da noi. (continua…)

    Postato in democrazia svizzera

    I risultati delle votazioni del 17 maggio 2009 in Svizzera: come la democrazia dovrebbe essere.

    19 Maggio 2009 // 2 Commenti »

    hasard

    hasard

    di Paolo Michelotto

    Questi i risultati delle votazioni e alcuni articoli presenti qui.

    Passaporto biometrico

    Sì: 953′136 (50,1%)
    No: 947′632 (49,9%)
    Medicine complementari

    Sì: 1′283′838 (67%)
    No: 631′908 (33%)

    Partecipazione: 38,3%

    Questi alcuni articoli che spiegano quanto accaduto secondo l’ottica dei media svizzeri, sui due referendum confederali ma anche sui molti referendum e iniziative cantonali, votati nella stessa giornata

    18 maggio 2009 – 08.54
    Un ’sì’ che ha valore di messa in guardia

    Approvando solo di stretta misura domenica l’introduzione del passaporto biometrico gli svizzeri hanno voluto lanciare un segnale chiaro al governo: con la protezione dei dati non si scherza, commenta la stampa svizzera.

    All’indomani del fine settimana di votazioni, la stampa elvetica dedica i suoi commenti soprattutto al risicato ’sì’ – “Una maggioranza casuale”, come titolano il Blick e Le Temps – con il quale gli svizzeri hanno accettato l’introduzione del nuovo passaporto biometrico.

    “Alla fine gli svizzeri hanno privilegiato il loro attaccamento alla libertà di movimento. Ma il risultato è così striminzito che traduce un profondo scetticismo sulla gestione della biometria”, riassume il quotidiano vodese 24 Heures. (continua…)

    Postato in democrazia svizzera

    Votazione popolare del 17 maggio 2009 in Svizzera: ulteriore esempio di democrazia diretta

    15 Maggio 2009 // 4 Commenti »

    di Paolo Michelotto

    il 17 maggio 2009 in Svizzera avviene una votazione popolare (così chiamano le quattro giornate di votazione per referendum e iniziative che si tengono ogni anno nel paese) interessante su due quesiti che evidenziano le caratteristiche della democrazia svizzera. Per saperne di più il sito governo svizzero

    medicina

    medicina

    Il primo quesito è una modifica di articolo della costituzione riguardante “Un futuro con la medicina complementare” pensato come controproposta del parlamento svizzero a una iniziativa di cittadini, che poi è stata ritirata. Ossia i cittadini hanno raccolto 100.000 firme per presentare una iniziativa (referendum propositivo), il parlamento ha fatto una controproposta che in base alla legge svizzera si deve votare nello stesso giorno della iniziativa originale. Ma i cittadini proponenti, ritenendo di essere soddisfatti dal testo della controproposta, hanno ritirato la loro proposta originale, facilitando di fatto il voto positivo alla proposta fatta dal parlamento.

    passaporto

    passaporto

    Il secondo quesito riguarda una legge fatta dal parlamento riguardante la creazione del passaporto elettronico. Contro questa legge promulgata dal parlamento svizzero, in 100 giorni sono state raccolte 50.000 firme e ora tutti i cittadini svizzeri possono tramite referendum approvare o invalidare la norma.

    Interessante l’opuscolo informativo realizzato dall’amministrazione e inviato a tutti gli elettori. Un esempio ottimo di come funziona la democrazia dove i cittadini contano davvero. Vengono riportate le argomentazioni del parlamento e quelle del comitato referendario (nel referendum “passaporto elettronico”)

    opuscolo informativo 17 maggio 2009

    Articolo costituzionale «Un futuro con la medicina complementare» – (controprogetto all’iniziativa popolare «Sì alla medicina complementare», ritirata) (continua…)

    Postato in democrazia svizzera

    La Svizzera pone a referendum un accordo internazionale, quello di Schengen

    14 Dicembre 2008 // 7 Commenti »

    schengen

    schengen

    di Paolo Michelotto

    in Svizzera c’è un esempio edificante di come funziona una vera democrazia. Il governo ha negoziato con l’UE l’adesione all’accordo di Schengen. Ossia il libero transito delle persone attraverso le sue frontiere. Alcuni partiti di fuori del governo e vari gruppi e associazioni, hanno raccolto le firme necessarie per indire un referendum sull’accordo. Ossia chiederanno a tutta la popolazione se sono d’accordo oppure no a questa adesione a Schengen. Massimo segno di democrazia. Chi meglio del popolo nel suo insieme può decidere sul proprio destino? Io non sono schierano pro o contro Schengen, sia chiaro. Trovo solo straordinario che ai cittadini svizzeri sia data la possibilità di informarsi, riflettere e votare sull’argomento.

    Eppure sui giornali italiani sono apparsi articoli schierati pro Schengen, che denigrano questa possibilità dei cittadini svizzeri di poter sovvertire quanto deciso dal governo e confondono il fatto che i partiti di estrema destra (ma meno estremi di quelli che abbiamo noi al governo in Italia) abbiano raccolto le firme, non significa che questi partiti decideranno l’esito dei referendum l’8 febbraio 2009. Saranno i cittadini svizzeri che informati dai loro media estremamente obiettivi e non di proprietà dei partiti e tantomeno finanziati dallo stato, prenderanno la loro decisione.

    Ecco l’opuscolo informativo che tutti i cittadini svizzeri hanno ricevuto a casa insieme al certificato elettorale. Opuscolo che riporta le posizioni del governo e quelle dei comitati referendari.

    referendum svizzera 8-2-09 opuscolo informativo mandato ai cittadini

    E a seguire un esempio di articolo italianocentrico e che mostra di non conoscere la democrazia svizzera, apparso sul Sole 24 ore.

    La Svizzera entra in Schengen,
    con l’incognita destra estrema
    di Andrea Franceschi

    La Svizzera entra ufficialmente a far parte dell’area Schengen. Da venerdì 12 dicembre non ci saranno più controlli delle persone alle frontiere, ma solo sulle merci. Un traguardo che arriva alla termine di anni di negoziati tra la Confederazione e l’Unione Europea, su cui però pende una spada di Damocle. (continua…)

    Postato in democrazia diretta, democrazia svizzera

    Cap 3 -5 Democrazia dei Cittadini. La Democrazia Diretta in Svizzera

    3 Dicembre 2008 // 1 Commento »

    paolo michelotto

    paolo michelotto

    di Paolo Michelotto

    ecco la lettura della quinta parte del 3° capitolo del libro “Democrazia dei Cittadini”: La Democrazia Diretta in Svizzera

    E’ un capitolo abbastanza lungo, perchè è fondamentale per capire come funziona la democrazia diretta nel paese che la applica da più lungo tempo, con successo, al mondo.

    Questa registrazione comprende i seguenti paragrafi:

    Referendum come strumento di controllo

    Alcuni motivi per cui nascono le iniziative

    Alcuni effetti della democrazia diretta

    A livello locale

    Giura: democrazia diretta in azione

    L’informazione

    Buon ascolto e ogni commento è benvenuto.

    Scarica il file MP3 qui di seguito, cliccando tasto destro “Salva destinazione con nome”:

    cap-3-5-democrazia-dei-cittadini

    Oppure ascoltalo cliccando qui:

     

    Postato in democrazia dei cittadini, democrazia svizzera, podcast

    I referendum in Svizzera del 30 novembre 2008

    1 Dicembre 2008 // 2 Commenti »

    risultati-referendum-pedofili

    risultati-referendum-pedofili

    di Paolo Michelotto

    interessante notare come in Italia si sia parlato dei referendum in Svizzera del 30-11-08 solamente dal punto di vista di quello della possibilità della depenalizzazione dell’uso della canapa. Mentre in Svizzera ha avuto molta più risonanza quello sulla flessibilità dell’età del pensionamento e quello sulla imprescrittibilità del reato di pedofilia. Inoltre in ben 4 casi su 5 i cittadini hanno accolto i suggerimenti del governo e questo significa che in questa particolare occasione il governo e i cittadini sono ben sintonizzati. In 1 caso però, i cittadini hanno votato contro quanto sostenuto dal governo ossia sulla imprescrittibilità del reato di pedofilia. La percentuale dei votanti è stata del 46% cosa che in Italia, visto la presenza del quorum, avrebbe fatto invalidare tutti i referendum. Mentre in Svizzera è stata recepita come cosa assolutamente normale.

    Interessante l’informazione completa sui 5 temi referendari, presente su tutti i media. Anche su quelli governativi come ad esempio www.swissinfo.ch (l’informazione svizzera nel mondo). C’erano le posizioni di tutti i partiti e dei maggiori gruppi e associazioni.

    Tutte le famiglie hanno ricevuto le spiegazioni del consiglio federale. Esse sono un riassunto dei titoli e delle proposte, delle proposte di voto del consiglio federale e dei proponenti il quesito. Bello leggere tutte le posizioni, sia dei favorevoli, che dei contrari su un unico fascicolo obiettivo. Tutto spiegato con parole chiare, ma esaurienti. Si trova online, e viene mandato a tutti gli elettori insieme alle schede elettorali. Così il cittadino si può fare una buona opinione e votare in maniera informata e competente.

    Ecco questo fascicolo con le spiegazioni in italiano

    Download spiegazione del consiglio federale svizzero sui referendum del 30-11-08 Version 1

    E a seguire alcuni articoli, a partire da quelli svizzeri in lingua italiana e poi quelli apparsi sui giornali italiani, come paragone… (continua…)

    Postato in democrazia svizzera, link recensiti

    Cap 3 -4 Democrazia dei Cittadini. La Democrazia Diretta in Svizzera

    26 Novembre 2008 // 1 Commento »

    paolo michelotto

    di Paolo Michelotto

    ecco la lettura della quarta parte del 3° capitolo del libro “Democrazia dei Cittadini”: La Democrazia Diretta in Svizzera

    E’ un capitolo abbastanza lungo, perchè è fondamentale per capire come funziona la democrazia diretta nel paese che la applica da più lungo tempo, con successo, al mondo.

    Questa registrazione comprende i seguenti paragrafi:

    L’imitazione istituzionale di Hayek

    Caratteristiche che emergono dalla storia Svizzera

    Alcune cifre sulla democrazia diretta in Svizzera

    Buon ascolto e ogni commento è benvenuto.

    Scarica il file MP3 qui di seguito, cliccando tasto destro “Salva destinazione con nome”:cap-3-4-democrazia-dei-cittadini

    Oppure ascoltalo cliccando qui:

     

    Postato in democrazia dei cittadini, democrazia svizzera, podcast

    Cap 3 -3 Democrazia dei Cittadini. La Democrazia Diretta in Svizzera

    22 Novembre 2008 // 1 Commento »

    paolo michelotto

    di Paolo Michelotto

    ecco la lettura della terza parte del 3° capitolo del libro “Democrazia dei Cittadini”: La Democrazia Diretta in Svizzera

    E’ un capitolo abbastanza lungo, perchè è fondamentale per capire come funziona la democrazia diretta nel paese che la applica da più lungo tempo, con successo, al mondo.

    Questa registrazione comprende i seguenti paragrafi:

    Storia della democrazia diretta in Svizzera

    Buon ascolto e ogni commento è benvenuto.

    Scarica il file MP3 qui di seguito, cliccando tasto destro “Salva destinazione con nome”:cap-3-3-democrazia-dei-cittadini

    Oppure ascoltalo cliccando qui:

     

    Postato in democrazia svizzera, podcast

    il sito del governo svizzero: referendum, iniziative, votazioni, opuscoli informativi

    18 Novembre 2008 // Nessun commento »

    svizzera

    svizzera

    di Paolo Michelotto

    un link utile per chi è interessato ad approfondire la democrazia svizzera. E’ il sito del governo e racchiude tra le innumerevoli altre cose, anche tutte le votazioni effettuate, le elezioni svolte, i referendum e le iniziative in corso e programmate nel futuro. Contiene anche l’opuscolo informativo per ogni referendum nazionale, che il governo manda a casa di ogni elettore insieme alla sua scheda elettorale. Da esplorare con cura e pazienza. Lingua italiana o a scelta tedesca e francese…

    http://www.admin.ch/

    Postato in democrazia svizzera, link recensiti

    Cap 3 -2 Democrazia dei Cittadini. La Democrazia Diretta in Svizzera

    17 Novembre 2008 // 2 Commenti »

    paolo michelotto

    paolo michelotto

    di Paolo Michelotto

    ecco la lettura della seconda parte del 3° capitolo del libro “Democrazia dei Cittadini”: La Democrazia Diretta in Svizzera

    E’ un capitolo abbastanza lungo, perchè è fondamentale per capire come funziona la democrazia diretta nel paese che la applica da più lungo tempo, con successo, al mondo.

    Questa registrazione comprende i seguenti paragrafi:

    Progetti a lungo termine

    Il referendum

    Referendum Obbligatori

    A livello locale

    Differenze

    Buon ascolto e ogni commento è benvenuto.

    Scarica il file MP3 qui di seguito, cliccando tasto destro “Salva destinazione con nome”:cap-3-2-democrazia-dei-cittadini

    Oppure ascoltalo cliccando qui:

     

    Postato in democrazia dei cittadini, democrazia svizzera, podcast

    Cap 3 -1 Democrazia dei Cittadini. La Democrazia Diretta in Svizzera

    16 Novembre 2008 // 2 Commenti »

    paolo michelotto

    paolo michelotto

    di Paolo Michelotto

    ecco la lettura della prima parte del 3° capitolo del libro “Democrazia dei Cittadini”: La Democrazia Diretta in Svizzera

    E’ un capitolo abbastanza lungo, perchè è fondamentale per capire come funziona la democrazia diretta nel paese che la applica da più lungo tempo, con successo, al mondo.

    Questa registrazione comprende i seguenti paragrafi:

    La democrazia diretta si diffonde

    Alcuni fatti

    Com’è in Svizzera

    Panoramica della Democrazia Diretta in Svizzera

    Buon ascolto e ogni commento è benvenuto.

    Scarica il file MP3 qui di seguito, cliccando tasto destro “Salva destinazione con nome”: cap-3-1-democrazia-dei-cittadini

    Oppure ascoltalo cliccando qui:

     

    Postato in democrazia dei cittadini, democrazia diretta, democrazia svizzera, podcast

    Capitolo 3 La Democrazia Diretta in Svizzera

    3 Novembre 2008 // Nessun commento »

    libro-democrazia-dei-cittadini-foto-piccola

    Prima pagina del capitolo 3 del libro Democrazia dei Cittadini

    Capitolo 3  La Democrazia Diretta in Svizzera

    La democrazia diretta si diffonde

    Gli strumenti di democrazia diretta si stanno diffondendo sempre di più. Molti stati occidentali li hanno già all’interno delle loro costituzioni. Quasi tutti gli stati dell’Europa dell’Est li hanno introdotti nelle loro nuove costituzioni. Inoltre a livello locale è tutto un fiorire di iniziative per far partecipare di più e meglio i cittadini. Quindi la domanda non è più se introdurre strumenti di democrazia diretta oppure no, ma come devono essere progettati perché funzionino. Questi strumenti possono  avere molti aspetti. Ma se sono progettati male possono produrre frustrazione e alienazione nei cittadini. Gli stessi strumenti concepiti bene, possono permettere ai cittadini un coinvolgimento profondo nei processi politici e nelle decisioni.
    Molte persone hanno la speranza che la democrazia diretta possa portare a maggiore partecipazione, maggiore coesione sociale, maggiore legittimità, maggiore innovazione e migliore protezione delle minoranze.
    Per altri solleva paure che le decisioni vengano prese da persone non qualificate, male informate, sotto la spinta di emozioni e che la democrazia venga sovvertita da elementi populisti.
    Joseph Deiss, presidente della Confederazione Svizzera nel 2004, rispose così a questa perplessità: “La democrazia diretta richiede una cittadinanza matura e responsabile. Visto dall’esterno può causare perplessità il fatto che in Svizzera la gente sia consultata di routine su decisioni a volte anche estremamente complesse. La risposta è che in Svizzera comprendiamo che la democrazia diretta è sempre un processo di…

    Continua a sfogliare il libro

    PUOI ACQUISTARE IL LIBRO QUI, (senza spese postali aggiuntive)

    Qui puoi ascoltare il Cap 3 -1

    Qui puoi ascoltare il Cap 3 -2

    Qui puoi ascoltare il Cap 3 -3

    Qui puoi ascoltare il Cap 3 -4

    Qui puoi ascoltare il Cap 3 -5

    Qui puoi ascoltare il Cap 3 -6

    Qui puoi ascoltare il Cap 3 -7

    Qui puoi ascoltare il Cap 3 -8

    Qui puoi ascoltare il Cap 3 -9

    Qui puoi ascoltare il Cap 3 -10

    Qui puoi ascoltare il Cap 3 -11

    Postato in democrazia svizzera, sfoglia Libro