1,365 views
  • Le firme e la burocrazia: cosa sta succedendo nelle varie città?

    28 Febbraio 2012

    Tags: ,
    Postato in: democrazia diretta, iniziativa di legge popolare

    di Paolo Michelotto

    so che molti hanno iniziato la procedura per poter raccogliere le firme. Sarebbe interessante ci scambiassimo dei brevi resoconti.

    Comincio io:

    Dedico la mattina del lunedì. A Rovereto (TN) alle 9 di lunedì ho fatto 50 moduli in copisteria, costo 0,24 euro ciascuno. Mi sono stampato anche 3 Volontini in formato A3 (costo 1 euro ciascuno) da lasciare all’ufficio elettorale. Alle 10 ero nell’ufficio del Segretario Comunale. Che però era fuori per altri lavori, lascio detto la richiesta di preparare almeno 3 dei 50 moduli per poterli portare all’uff. elettorale. Alle 12,30 l’assistente mi chiama per dirmi che erano pronti. Vado a prenderli, ma nel frattempo l’uff. elettorale aveva chiuso alle 12. Il mercoledì apre di pomeriggio fino alle 18 e mi recherò in quel momento. Vado poi all’ufficio che assegna l’occupazione spazi pubblici, ma scopro che servono 2 marche da bollo da 14,62. Una per la richiesta e una per l’assegnazione. Ma il regolamento comunale prevede che si possa far richiesta degli spazi non prima di 2 mesi. Per evitare di fare 2 richieste, allora aspetto il 2 aprile per presentare la domanda per il 14 aprile, il 5 maggio e il 2 giugno.  Se voglio fare qualche altro banchetto devo per forza fare una seconda richiesta con altri 29 euro…

    Nel frattempo sto preparando l’iniziativa comunale. Nel mio comune raccoglieremo insieme anche l’iniziativa provinciale (il cui testo è a buon punto e firme per un referendum regionale per togliere i vitalizi agli eletti, che è partito in questi giorni).

    E a voi come è andata? Chi vuole, può scrivere un breve resoconto qui sotto a questo post, come commento.

    A questo link:

    http://www.quorumzeropiudemocrazia.it/2012/02/28/le-firme-e-la-burocrazia-cosa-sta-succedendo-nelle-varie-citta/

  • Scrivi un commento

    Email (non verrà pubblicata) (obbligatorio)