1,162 views
  • 001 Democrazia Diretta Verhulst Nijeboer

    22 Maggio 2009

    Tags:
    Postato in: Democrazia Diretta Verhulst, democrazia diretta

    direct-democracy-verhulst

    direct-democracy-verhulst

    Inizia da oggi la pubblicazione a puntate della traduzione in Italiano del libro Democrazia Diretta di Verhulst Nijeboer. Puoi aiutare il Emilio, scaricandoti il primo capitolo con versione inglese a fronte e traduzione in italiano di direct-democracy-verhulst-1, effettuando le eventuali correzioni con un colore diverso e inviandolo a piccoliemilio@gmail.com

    Traduzione in Italiano di Emilio Piccoli

    001 CAP 1
    CAP 1. Il potere nascosto della democrazia
    Il ventesimo secolo non passerà alla storia come il secolo delle tecnologie dell’informazione, dei viaggi nello spazio o dell’energia nucleare. Non sarà ricordato come il secolo del fascismo, comunismo o capitalismo. Né sarà il secolo delle due guerre mondiali.

    Il ventesimo secolo sarà il secolo della democrazia.

    Nel ventesimo secolo, per la prima volta nella storia, la democrazia è diventata uno standard globale. Non lasciamoci ingannare, in realtà lo standard non  è  stato  veramente attuato in nessun luogo, e la democrazia è continuamente schiacciata ovunque nel mondo. Tuttavia, fatte salve alcune eccezioni di rilievo come l’Arabia Saudita e il Bhutan, ogni tipo di regime rivendica la sua legittimità democratica. E fanno questo perché sanno che la democrazia è diventata lo standard per la popolazione mondiale. Questo è un fatto rivoluzionario.

    Nel IXX secolo, la democrazia era effettivamente ancora nella sua infanzia. L’unico sistema di voto universale apparve dapprima negli Stati Uniti d’America, ma fino alla metà del IXX secolo era generalmente limitato, nella maggior parte degli Stati, a uomini bianchi proprietari di beni. Le donne e le persone di colore non erano considerate all’altezza di partecipare alle elezioni. Soltanto nel 1870, dopo la guerra civile, alle persone di colore fu concesso il diritto costituzionale di voto. Le donne americane dovettero attendere fino al 1920. Nel Regno Unito, i lavoratori manifestarono e lottarono duramente per molti decenni, fino alla fine del IXX secolo, per ottenere il diritto di voto. Le “Suffragette” dimostrarono coraggiosamente dal 1904 al 1918, prima che alle donne oltre i 30 anni e a tutti gli uomini sopra i 21 fosse dato il diritto di voto. Venne il 1928 prima che questo diritto venisse rivisto per includere tutte le donne di età superiore a 21, e questo evento venne addirittura ridicolizzato come “il voto delle flapper”. In Sud Africa si predissero pure disastri nel caso in cui i diritti di voto universale venissero attuati! Col senno di poi, queste obiezioni alla concessione dei diritti di voto per i lavoratori, le donne e le persone di colore appaiono vacui e patetici.

    Vi è un potere occulto in agguato nella democrazia. Nella storia recente, i regimi democratici hanno resistito ripetutamente a sistemi dittatoriali apparentemente onnipotenti. Di volta in volta, le società più democratiche, in ultima analisi, sembravano avere la vitalità maggiore.

  • Scrivi un commento

    Email (non verrà pubblicata) (obbligatorio)